Scuola dell'infanzia parrocchiale San Carlo Canavese

T: 011 9208945San Carlo Canavese,Via Cirié 4,  TO 10070

I nostri progetti

Accoglienza

Accoglienza

L'inserimento alla scuola dell'infanzia è un momento molto delicato sia per i bambini che spesso si trovano ad affrontare il primo distacco dalla famiglia, sia per i genitori che affidano il proprio figlio al personale scolastico. Per affrontare la situazione gradualmente e con serenità, le insegnanti programmano per i nuovi genitori una riunione di presentazione della scuola (generalmente a maggio), e dei colloqui individuali per iniziare a conoscersi e per chiarire eventuali dubbi.

Animazione teatrale

Animazione teatrale

Nel nuovo progetto Animazione teatrale , il teatro non è il fine, ma un utile mezzo per imparare a indagare dinamiche comunicative nuove e non verbali e porta a scoprire l'altro e se stesso in modo nuovo e appagante.

A scuola camminando

Progetto Lingua Inglese

Da quest'anno la nostra scuola ha inserito un ora alla settimana l'utilizzo della lingua inglese nell'attività di programmazione, durante la quale l'insegnante farà conoscere ai bambini la ritmicità di una lingua diversa e la possibilità di poter costruire relazioni con persone che comunicano con suoni e parole diverse dalle nostre.

Continuità

Continuità

Il progetto "Continuità" nasce con l'intento di curare il passaggio tra ordini di scuola diversi, aiutando i bambini ad affrontare il cambiamento con serenità. Le insegnanti collaborano a questo scopo, con la Scuola Primaria di San Carlo Canavese, progettando momenti di incontro tra i bambini e tra gli insegnanti.

Solidarietà

Solidarietà

Ormai da alcuni anni la scuola collabora con l'Associazione Gruppi "Insieme si può…" Onlus, che oltre a sostenere progetti di solidarietà nei Paesi del Sud del Mondo, si occupa di proporre a scuola percorsi di sensibilizzazione sui problemi legati alla povertà. Gli incontri sono organizzati e tenuti da Daniele Giaffredo in collaborazione con le insegnanti. Per ulteriori informazioni sull'Associazione è possibile consultare il sito www.365giorni.org.

Baby Gym

Baby Gym

La Scuola collabora con L'Associazione Baby Gym che propone di portare l'Attività Sportiva nelle Scuole Materne ed Asili Nido, avvicinando anche i più piccoli alla pratica dello Sport, e, attraverso questo, aiutare il bambino non solo nello sviluppo fisico-motorio ma anche psicologico, intellettuale e sociale.

Tirocinio

Tirocinio

La scuola è sede di tirocinio per gli iscritti al Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria dell'Università degli Studi di Torino. Apposite "Convenzioni" regolamentano la presenza di studenti e studentesse universitari nelle nostre sezioni di scuola dell'infanzia.

Sportello d'ascolto

Sportello d'ascolto

La Parrocchia offre alle famiglie frequentanti la Scuola dell'Infanzia un servizio di Sportello d'Ascolto, collaborando con la Psicoterapeuta Alessandra Amedeo che riceve su appuntamento il sabato mattina nei locali dell'oratorio. Si tratta di un'importante opportunità di confronto sulle difficoltà che quotidianamente si incontrano durante il percorso di crescita dei propri figli, senza costi a carico delle famiglie, nella garanzia della riservatezza.

La metodologia


Il punto di partenza per un percorso di apprendimento significativo è il pensiero del bambino. Da ciò, la scelta delle principali linee metodologiche utilizzate:

La metodologia
  • La proposta di contesti
    ludico-narrativi
    per il coinvolgimento emotivo del bambino.
  • La formulazione di domande
    per stimolare la curiosità e il confronto tra i compagni.
  • La raccolta delle preconoscenze
    per progettare gli incontri successivi sulla base di ciò che i bambini già sanno o hanno vissuto, e per valorizzare ogni allievo di fronte ai compagni: tutti gli interventi saranno considerati importanti e non verranno date risposte preconfezionate, né giudizi di "giusto" o "sbagliato".
  • L'utilizzo del metodo della ricerca:
    i bambini saranno stimolati a formulare ipotesi da sperimentare e verificare, assumendo un ruolo di centrale importanza nella costruzione del proprio sapere.
  • L' utilizzo delle discussioni "sul tappeto"
    come momento privilegiato per relazionarsi ed esprimersi di fronte agli altri in un clima di ascolto reciproco, che consenta lo scambio e la negoziazione di conoscenze.
  • Le uscite in cortile e sul territorio
    per relazionarsi con ambienti diversi, vivere esperienze sensoriali, motorie ed emotivamente coinvolgenti, determinanti per lo sviluppo cognitivo.
  • La verbalizzazione
    come momento conclusivo di ogni attività per riprendere e memorizzare quanto svolto.
  • La proposta di una pluralità di esperienze
    come punto di forza per accogliere e sviluppare le potenzialità di ogni bambino, mirando allo sviluppo globale della persona.


La metodologia